Trattamento Aria

Gli impianti di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore, conosciuti con l’acronimo VMC, si stanno diffondendo velocemente nell’impiantistica moderna. Il principale ambito di diffusione è quello civile, settore in cui, fino a poco tempo fa, non venivano dati il giusto spazio e la giusta importanza, differentemente da quanto avveniva in altri settori. Infatti, nei settori dirigenziali, commerciali o similari, gli impianti VMC hanno da sempre ricoperto un ruolo importante, strategico e fondamentale, per quanto riguarda il benessere interno degli occupanti e la riduzione dei consumi energetici globali dell’edificio stesso.

Gli impianti di VMC si stanno diffondendo e stanno coprendo tutti i settori edilizi, proprio nell’ottica che entro il 2020 gli edificidovranno essere ad energia quasi zero. Essi trovano diffusa applicazione nelle case, negli uffici e nelle industrie, e spesso permettono di risolvere problematiche relative ad ammaloramenti interni delle strutture edilizie.

Questo può avvenire in presenza di ponti termici e dove la percentuale di umidità relativa è elevata (come spesso di osserva nei bagni o nelle cucine), e dove la salubrità dell’aria è un fattore essenziale per la salute delle persone (come possono essere le camere da letto o le singole stanze dove gli occupanti trascorrono gran parte del loro tempo).

Trattamento Aria - Schema di funzionamento
Schema di funzionamento
Trattamento Aria - Esempio installazione
Esempio installazione
Trattamento Aria - Accessori VMC
Accessori VMC

COS’È UN IMPIANTO DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA?

Un impianto di Ventilazione Meccanica Controllata è, sostanzialmente, un impianto mediante il quale viene garantito un continuo ricambio dell’aria all’interno di un edificio o di singoli locali, con il vantaggio di poter controllare anche la qualità dell’aria immessa e ricambiata.

Le recenti normative sul risparmio energetico nell’edilizia ed i miglioramenti ottenuti nel campo degli isolanti termici e dei serramenti, hanno accresciuto considerevolmente le prestazioni termo-acustiche degli edifici. Le abitazioni realizzate con gli attuali criteri sono, infatti, molto più confortevoli dal punto di vista termo-acustico ed energicamente molto efficienti: ciò grazie ad un involucro (pareti, serramenti e copertura) ben coibentato, ma anche molto ermetico all’aria. Il ricambio dell’aria, necessario per espellere gli inquinanti prodotti all’interno delle abitazioni, non può più essere ottenuto ricorrendo all’apertura delle finestre, come aveniva in passato, poichè si avrebbe un’inutile dispersione di calore, con conseguente dispendio energetico e peggioramento del confort abitativo. Per realizzare l’indispensabile ricambio d’aria si deve, quindi, utilizzare un impianto di ventilazione meccanica controllata (VMC). Il recuperatore di calore DRC Smart rappresenta la soluzione ottimale per realizzare un’impianto di VMC a doppio flusso, al fine di ottenere la riduzione del fabbisogno energetico dell’abitazione ed, allo stesso tempo, il miglioramento della qualità igienico-ambientale dell’aria interna, in linea con la Direttiva Europea 2002/91/CE sul rendimento energetico nell’edilizia.

L’impianto di VMC estrae l’aria calda e viziata dagli ambienti meno nobili dell’abitazione, come la cucina ed i servizi, ed immette negli ambienti più nobili, come le camere da letto, aria fresca proveniente dall’esterno. Il flusso di aria estratta dall’interno e quello di aria esterna di rinnovo attraversano il recuperatore senza mescolarsi. L’elevata efficienza del pacco di scambio permette al flusso a temperatura maggiore di cedere calore sensibile a quello a temperatura minore, ottenendo così, nella stagione fredda, un riscaldamento gratuito dell’aria esterna, con conseguente abbattimento dei consumi energetici. Nella stagione calda, qualora le condizioni lo permettano, la serranda di bypass consente il funzionamento dell’unità in free cooling. La presenza dei filtri realizza anche un controllo sulla qualità dell’aria sia in entrata sia in uscita, purificando l’aria esterna di rinnovo immessa nell’abitazione e l’aria espulsa verso l’ambiente esterno.